Ombra di fatalità

15 11 2010

Soave, dolce emozione

ripiega le tue ali

ed abbandona il mio cielo

perché d’un fremito distante

io non senta il rumore

ed il mio cuore impietrisca

al solo pensiero.

Nel volgere di un giorno

solitario come molti

ritorno nell’oblio

di tempi forsennati

mentre pian piano

il sogno si dirada.

Ora dunque chiudo gli occhi

e sospiro

il domani non m’appartiene.

Sono solo un’ingenua ombra di fatalità

riflessa nel presente

ormai dimenticato.








%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: