E l’impeto si fece passione

13 10 2010

E poi

come la goccia che sbilancia

lo specchio d’acqua

che trattiene la tua passione

l’impeto d’amore

esonda

attraverso il mio cuore sconvolto

da un ritmo incalzante.

In un gesto di istantanea follia

ti travolgo con un semplice bacio

e lascio inebriare i miei sensi

dalla tua bellezza.

Ci stringiamo con vigore

ci trasciniamo nel nostro abbraccio

verso il luogo dove più d’una volta

la nostra vicinanza ristretta

si è fatta palpito ed ebbrezza

di vita.

Assuefatto all’odore della tua pelle

lascio scivolare via ogni senso di lucida

percezione.

Le tue mani scoprono con impazienza

il mio essere uomo

e nel gesto che più ci rende vicini

ti lasci accarezzare dal mio ardore

perdendoti a tua volta

in uno sguardo che racchiude in sé

ogni magnifico desiderio.

Quanta femminilità nei tuoi modi soffici.

Il tuo corpo svela nella luce

di questa nostra stanza segreta

la maestosità della tua essenza di donna

ed io non sono più persona

ma anima di passione.

Le lenzuola si gonfiano distratte

tra le nuvole di una tempesta

imminente.

Il mondo esiste

fuori di noi

ma ora siamo soli

e viviamo l’istante

come se non ci fosse un domani.

Il tuo respiro oscilla

tra le parole che non sai dire

e l’aria che non puoi consumare.

In un momento sospiri…

…poi sorridi…

…e di nuovo un sospiro delicato…

…poi le tue mani…

…ed una parola di passione…

…una carezza…

…un graffio…

…le tue labbra…

…ancora un sospiro…

…ed una vigorosa stretta…

…un istante di gemiti…

…ed il tuo abbandono tra le mie braccia.

A tratti delicati le dita

disegnano i nostri lineamenti

nello spazio che circonda le emozioni.

Furore e fragilità

si uniscono alla nostra danza

e nel vorticoso movimento

dei nostri istinti

la tua voce

suona la sinfonia

dei miei sentimenti.

Questo tumultuoso mare cresce

aspirando a raggiungere il nostro comune

e travolgente momento di catarsi.


Unici e splendenti

circondati di luce

all’apice del nostro passionale destino

insieme vivi

e smarriti

sorpresi

da questa esaltante

euforia.

La pace e la felicità

si stringono nel nostro abbraccio

e lentamente la vita

ritorna nei nostri pensieri

lasciandoci però assaporare

il nostro stordito silenzio

tra sospiri di riposo.

Il profumo della nostra passione

aleggia nell’aria

tra un brivido di piacere

ed un sussulto

d’amore.

Ti rendo in dono la mia vita

come tu l’hai abbandonata

tra le mie braccia

in questo momento di passato

che nel ricordo

si rende sempre

presente.

Annunci

Azioni

Information

One response

28 10 2012
Daniele Nelly Pellegrini

Amore figurato,carnale, dello spirito; amore come sentimento supremo tra uomo e donna<<<<<, amore, sublimazione della vita e della morte; amore che unisce e genera vita per l'umanità.
Questo racchiudono i tuoi bellissimi ed originali versi derivati dal vero amore.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: